Articoli

  • "WardaGarda", arriva il festival dell'olio

    E’ fissato per il weekend del 3 e 4 settembre il debutto del nuovo festival dell’olio extravergine promosso dal Consorzio Olio Garda Dop: si chiamerà WardaGarda e ad ospitarlo sarà il comune di Cavaion Veronese, che si trova nell’entroterra orientale, in un territorio collinare non lontano da Bardolino a 25 km da Verona. In programma due giorni di degustazioni, assaggi, incontri a Corte Torcolo, sede del Consorzio, con l’obbiettivo di incentivare e promuovere il turismo legato

    all’olivicoltura ed all’eccellenza dell’eextravergine “made in Garda”. Nel corso della manifestazione sarà allestito un mercatino di prodotti Dop (dall’Aglio Polesano al Riso Nano Vialone Igp), e ci sarà una mostra di Valerio Marini con illustrazioni dedicate alle donne dell’olio. Sabato 3 alle 16 è previsto un laboratorio per imparare a degustare ed abbinare l’olio, cui farà seguito uno show cooking dello chef trevigiano Bruno Bassetto: entrambe le iniziative saranno ripetute domenica 4 a partire dalle 15, e sempre domenica alle 10 è prevista una passeggiata tra gli oliveti aperta a tutti. Info: www.oliogardadop.it.

  • Autunno, al via sul Garda la "vendemmia" delle olive

     

    Dopo l’uva, le olive: seguendo un ciclo immutabile che segue l’alternarsi naturale delle stagioni, il lago di Garda si prepara in questi giorni alla raccolta delle olive, materia prima nobile dalla quale nasce un olio di oliva extravergine amato ed apprezzato in tutto il mondo, come dai tanti turisti e viaggiatori che ogni anno scelgono il Benaco per i loro soggiorni. Quest’anno la campagna di raccolta si preannuncia all’insegna di una qualità molto elevata, per quanto con quantitativi in calo del 50% rispetto al 2016, che però fu un’annata caratterizzata da una forte impennata produttiva: rispetto alla media del territorio quindi si può stimare che la diminuzione reale sia intorno al -20%. Le olive si presentano però ovunque sane, in perfette condizioni sanitarie, davvero bellissime: quanto basta per prevedere che il prossimo olio darà un prodotto di assoluta eccellenza, che accompagnerà i piatti tipici della cucina gardesana per tutto il prossimo anno. 

     

     

     

     

     

     


  • Autunno, sul Garda si raccolgono le olive

    Ha preso il via nei giorni scorsi sulle sponde del lago di Garda la raccolta delle olive: una campagna caratterizzata quest’anno da un clima decisamente poco autunnale, con giornate di sole e temperature di stampo primaverile. Si tratta di una tradizione molto importante per l’agricoltura gardesana: una sorta di rito di passaggio in cui sia le grandi aziende che le moltissime famiglie proprietarie di piccoli uliveti si mobilitano al momento della maturazione per portare il proprio raccolto ai frantoi del territorio e preparare così la scorta annuale di olio di oliva. L’extravergine del Garda è un prodotto di elevatissimo profilo qualitativo, la cui eccellenza viene ormai ogni anno riconosciuta da premi e riconoscimenti anche di livello internazionale. La sponda bresciana del lago, in particolare, rappresenta una percentuale pari al 76% dell’intera produzione lombarda di olio: Puegnago del Garda è il comune più “olivetato” della Lombardia con oltre 100 ettari a dimora. 

  • Groppello & Casaliva protagonisti alla Fiera di Puegnago

    Taglia il nastro della quarantesima edizione la Fiera di Puegnago, storica manifestazione enogastronomica del lago di Garda: l’appuntamento è in programma a partire dal sabato 27 con l’inaugurazione ufficiale (prevista per le 17), mentre la chiusura è fissata per la sera di lunedì 29 agosto con il tradizionale spettacolo pirotecnico (alle 22.30). Grandi protagonisti della tre giorni i vini rossi della Valtènesi a base Groppello, il vitigno autoctono della zona, che verranno proposti in degustazione dalle cantine partecipanti nella cornice di villa Galnica, ma anche gli oli extravergini d’oliva del territorio, con particolare predilezione per i monocultivar Casaliva, varietà olivicola predomnante del lago di Garda. In programma anche mini corsi di degustazione di vino e olio sempre in villa Galinica, serate musicali in piazza, assaggi gastronomici e convegni. Info: www.puegnagofiera.com.

  • Olio Garda Dop 2017, poco ma buono

    Quantità in forte calo, qualità altissima: può essere sintetizzata così la campagna olearia 2017 dell’Olio Garda Dop, conclusasi da poco negli oliveti affacciati sul lago di Garda. Dai primi dati emerge una diminuzione complessiva del raccolto pari al 30%, a causa di una stagione difficile contrassegnata da mesi caldi e siccitosi oltre che dalle grandinate di fine estate. Il calo della produzione è stato però fortunatamente compensato da rese qualitative molto buone: le alte temperature hanno concentrato il succo all’interno delle olive, portando le rese al 15% contro la media del 13% raggiunta lo scorso anno. Non solo: le olive sono infatti arrivate al giusto grado di maturazione in leggero anticipo ed in ottime condizioni sanitarie, grazie all’impegno generalizzato dei produttori a garantire un prodotto di valore.

    L’olio nuovo si presenta fruttato, con un buon equilibro fra amaro, piccante e dolce, garanzia di un elevatissimo profilo organolettico: immutate le caratteristiche di finezza e leggerezza che rendono il Garda Dop una tipologia versatile, di grande eleganza, capace di accostarsi adeguatamente a tanti piatti diversi esaltando sapori e consistenze.

     

     

     

     

     

     

     


  • Olio, ecco i campioni del Garda

    L’agricola Paolo Vezzola di San Felice del Benaco e l’azienda Madonna delle Vittorie di Arco hanno conquistato la vittoria alla quarta edizione de “L’Oro del Garda”, il concorso organizzato dal Consorzio tutela dell’Olio Garda Dop per premiare le migliori produzioni del lago di Garda. La premiazione si è tenuta lo scorso weekend a Cavaion Veronese nell’ambito della prima edizione di “WardaGarda”, il nuovo festival dell’olio Garda Dop nel suo entroterra.

    L’agricola Vezzola di San Felice, sponda bresciana del Benaco, ha trionfato nella categoria “fruttato leggero” con il suo Garda Bresciano Dop: a ruota i prodotti della Cooperativa La Verità di San Felice del Banco e il Garda Orientale Dop dell’azienda Franzini di Cavaion.

    Madonna delle Vittorie, realtà produttiva della sponda trentina, si è invece aggiudicata il primo posto nella sezione “Fruttato Medio” con il suo Garda Dop, seguita dall’agraria Riva del Garda.

  • Un olio biodinamico da primato al Grand Hotel

    Viene dal Parco dell’Alto Garda il miglior olio di oliva extravergine biodinamico della Lombardia: a firmarlo l’azienda di Giuliana Seminario, che quest’anno ha conquistato una doppia medaglia d’oro alla 21esima edizione del Premio Biol di Andria dedicato per l’appunto alle migliori produzioni bio del territorio nazionale. Il prestigioso riconoscimento è andato sia al Monocultivar Casaliva che al Blend dell’azienda: quest’ultimo è stato poi decretato anche migliore etichetta a livello regionale. Due prodotti di assoluta eccellenza insomma, che si possono anche degustare al Giardino dei Limoni, il ristorante à la carte del Grand Hotel Gardone. L’azienda Seminario è una delle poche realtà olivicole che praticano l’agricoltura biodinamica in territorio gardesano e lombardo: una scelta che nasce da un grande amore per il territorio, e che viene applicata in entrambi gli uliveti di proprietà nei comuni di Gargnano e Toscolano, localizzati rispettivamente nelle frazioni di Fornico e Vigole a 400 metri di altezza per un totale di 2 ettari e circa 500 piante di cui alcune secolari. Da qui vengono i due oli dell’azienda, più volte premiati a livello nazionale.

WEB CAM

Guarda il lago in tempo reale!

Web Cam Gadone Riviera Lago di Garda

COME RAGGIUNGERCI

come raggiungerci divisore

aereo

auto

INFO PRENOTAZIONI

+39 (0) 365 20261

info@grandhotelgardone.it

CONTATTACI

wifiin tutta la struttura

GHG NEWSLETTER

Iscriviti per essere sempre informato sulle novità del Grand Hotel a Gardone Riviera!

Email non valida
Invalid Input