Articoli

  • Chiaretto, il vino di una notte... e degli innamorati

    Fra pochi giorni si celebra in tutto il mondo il giorno di San Valentino: e sul lago di Garda la tradizionale festa degli innamorati coincide anche con l’arrivo sul mercato del Valtènesi Chiaretto, il rosé della riviera bresciana del lago di Garda. Si tratta di un vino unico al mondo in quanto prodotto con il vitigno autoctono Groppello: un’uva ormai rara, di cui rimangono solo 400 ettari coltivati per l’appunto in questa zona del Benaco.

    In onore a San Valentino, la nascita del Chiaretto è per altro legata ad una lontana storiad’amore: quella tra la nobildonna gardesana Amalia Brunati ed il Senatore veneziano Pompeo Molmenti, che si sposarono nel 1885, Fu nei possedimenti dei  Brunati a Moniga del Garda che il senatore, grande appassionato di vini francesi, mise ufficialmente a punto il metodo produttivo del Chiaretto, la cui produzione però era diffusa da tempi ancor più antichi e per l’esattezza dal ‘500.

    Il segreto del Valtènesi Chiaretto sta tutto nelle poche ore di contatto tra il mosto e le bucce delle uve rosse vendemmiate a settembre: nel corso del rito della svinatura notturna, i cantinieri devono sintetizzare in pochi cruciali istanti tutta la loro esperienza, catturando la freschezza ed il temperamento del territorio. Il risultato è un rosè sapido, fragrante e fresco di note fruttate in gioventù, ma capace di acquisire armonia, eleganza ed equilibrata complessità in pochi anni di affinamento. Un vino di grandi tradizioni, ma anche in perfetta sintonia con il gusto del consumatore moderno, in particolare per la grande versatilità negli abbinamenti a tavola, che vanno dagli antipasti ai primi (con particolare riferimento ai risotti) per arrivare al pesce di lago ed ai piatti a base di carne bianca. Insomma, un vero e proprio vino da tutto pasto, che anche nella prossima stagione potrete degustare in tutta la sua freschezza nei nostri ristoranti: anche quest’anno infatti il Chiaretto sarà presente in carta con alcune delle cantine più prestigiose del territorio. 

  • Comincioli, il Gambero Rosso premia l'eccellenza dell'olio del Garda

    Il grande olio extravergine di oliva del lago di Garda continua a fare proseliti in tutto il mondo: ed uno dei suoi ambasciatori più conosciuti è senz’altro Gianfranco Comincioli di Puegnago, un produttore di vino e di olio che da molti anni ormai si sta distinguendo per la qualità elevatissima dei suoi prodotti, riconosciuta anche dalla critica di settore. L’ultima conferma in questo senso è arrivato dalla prestigiosa guida “Oli d’Italia” del Gambero Rosso, che ha attribuito il massimo riconoscimento delle Tre Foglie a ben due prodotti dell’azienda di Puegnago: il Monocultivar Casaliva ed il Monocultivar Leccino Denocciolato. Comincioli è uno dei pionieri dell’olivicoltura di eccellenza sul Garda: è stato uno dei primi a valorizzare il profilo delle differenti varietà di olive con la frangitura separata delle differenti cultivar. Da tempo inoltre ha optato per la spremitura delle olive senza il nocciolo, procedimento complesso che consente ai suoi oli di acquisire un profilo di grande delicatezza oltre che ad una straordinaria ricchezza in termini di profumi e gusto. Insomma, l’extravergine targato Comincioli, che potete provare anche nel nostro ristorante à la carte Giardino dei Limoni, è davvero l’oro del Garda.

  • Groppello & Casaliva protagonisti alla Fiera di Puegnago

    Taglia il nastro della quarantesima edizione la Fiera di Puegnago, storica manifestazione enogastronomica del lago di Garda: l’appuntamento è in programma a partire dal sabato 27 con l’inaugurazione ufficiale (prevista per le 17), mentre la chiusura è fissata per la sera di lunedì 29 agosto con il tradizionale spettacolo pirotecnico (alle 22.30). Grandi protagonisti della tre giorni i vini rossi della Valtènesi a base Groppello, il vitigno autoctono della zona, che verranno proposti in degustazione dalle cantine partecipanti nella cornice di villa Galnica, ma anche gli oli extravergini d’oliva del territorio, con particolare predilezione per i monocultivar Casaliva, varietà olivicola predomnante del lago di Garda. In programma anche mini corsi di degustazione di vino e olio sempre in villa Galinica, serate musicali in piazza, assaggi gastronomici e convegni. Info: www.puegnagofiera.com.

  • Profumi di Mosto il 9 ottobre nelle cantine del Garda

    Torna Profumi di Mosto, tradizionale circuito enogastronomico nelle cantine della Valtènesi e della riviera bresciana del lago di Garda: appuntamento il 9 ottobre dalle 11 alle 18 in 23 aziende suddivise in tre itinerari articolati fra le colline moreniche del Garda, tra Desenzano e San Felice del Benaco, attraverso i comuni dell'entroterra come Calvagese, Bedizzole e Puegnago e quelli rivieraschi come Moniga, Manerba, Padenghe. Ogni cantina proporrà in degustazione i vini prodotti in prevalenza con uve del vitigno autoctono Groppello, dal Chiaretto ai rossi, abbinati a piatti e prodotti tipici del territorio.

    Tutti i vini proposti in degustazione nel corso della giornata saranno inoltre disponibili in degustazione per l’intera giornata al grande banco d’assaggio organizzato a Villa Galnica di Puegnago, sede del Consorzio Valtènesi: qui è anche previsto il consueto brindisi finale per tutti i partecipanti alle 19 con la musica dal vivo dei Teen Town.

    Per ogni percorso è disponibile un carnet da 10 degustazioni (8 cantine + cantina jolly scelta da uno degli altri due itinerari + Villa Galnica) al costo di 28 euro compreso il bicchiere, acquistabile il giorno delle manifestazione in ogni cantina dalla quale si sceglierà di partire o anche in prevendita al prezzo ridotto di 25 euro alle filiali di Cassa Padana o sul sito profumidimosto.it, dove sarà anche possibile conoscere i percorsi e consultare tutti gli abbinamenti vino-cibo. I carnet acquistati in prevendita saranno ritirabili a Villa Galnica di Puegnago o alla stazione di Desenzano.

    Come sempre sarà disponibile anche un servizio bus per poter frequentare la manifestazione in piena sicurezza e tranquillità (prenotazione obbligatoria scrivendo a info@profumidimosto.it o chiamando il 370-1108423).

  • Profumi di Mosto, assaggi di vino e cibo in 21 cantine del Garda: 8 ottobre, 11-18, 30 euro

     

    Domenica 8 ottobre si rinnova l’appuntamento con “Profumi di Mosto”, ormai tradizionale itinerario di fine vendemmia nelle cantine della Valtènesi arrivato al traguardo della 16esima edizione. 21 le aziende che, dalle 11 alle 18, apriranno le porte ai winelover di ogni età, suddivise in tre itinerari articolati fra le colline moreniche del Garda, tra Pozzolengo e San Felice del Benaco, attraverso i comuni dell'entroterra come Calvagese, Bedizzole e Puegnago e quelli rivieraschi come Moniga, Manerba, Padenghe. Ogni cantina proporrà in degustazione due vini, un rosso ed un Chiaretto, prodotti con il  Groppello, vitigno autoctono del territorio, abbinati a piatti della tradizione gastronomica gardesana o a prodotti tipici. Come sempre, tutti i vini proposti in degustazione nel corso della giornata saranno disponibili in degustazione per l’intera giornata anche al grande banco d’assaggio organizzato nella nuova Casa del Vino in Villa Galnica di Puegnago, sede del Consorzio Valtènesi. Per ogni percorso è disponibile un carnet da 9 degustazioni (7 cantine più una cantina jolly scelta da uno degli altri due itinerari più la collettiva di Villa Galnica) al costo di 30 euro compreso il bicchiere, acquistabile il giorno delle manifestazione in ogni cantina dalla quale si sceglierà di partire o anche in prevendita online al prezzo ridotto di 25 euro sul sito www.profumidimosto.it, dove sarà possibile consultare in anteprima i percorsi con i rispettivi  abbinamenti vino-cibo. I carnet acquistati in prevendita saranno ritirabili a Villa Galnica di Puegnago o a Desenzano nel piazzale antistante la stazione di Desenzano. I tagliandi sono acquistabili anche con l’opzione del servizio bus per poter frequentare la manifestazione in piena sicurezza (solo in prevendita fino ad esaurimento posti).



     

  • Una "Casa del Vino" per trovare i vini e gli oli extravergine della riviera bresciana del Garda

     

    Importante novità per gli appassionati dei sapori e dei prodotti tipici della riviera bresciana del Garda: a Villa Galnica di Puegnago, sede del Consorzio Valtènesi, è nata la “Casa del Vino”, un nuovo progetto attraverso il quale il Consorzio ha voluto creare un luogo ideale per consentire ad operatori, enoturisti e winelover di conoscere e degustare tutta la produzione del territorio della Riviera del Garda. Sarà aperta ogni giorno dalle 10 alle 17.30 ed oltre ai vini del territorio diventerà un punto di riferimento anche per l’olio Dop grazie alla collaborazione con Aipol, l’associazione dei produttori olivicoli lombardi che ha sede sempre nelle sale di Villa Galnica. La struttura è stata inaugurata ed aperta al pubblico durante la recente Fiera di Puegnago.

     

  • Valtènesi, è tempo di vendemmia!

    Il mese di settembre coincide anche sul lago di Garda  con il tempo della vendemmia, antico rito che non perde il suo fascino: in questi giorni in modo particolare ha preso il via sulle colline della Valtènesi la vendemmia delle uve Doc Groppello, Marzemino, Barbera e Sangiovese destinate alla produzione del Chiaretto. Le previsioni sono positive: l’annata si preannuncia con quantitativi di produzione uva/ettaro nella media degli ultimi 10 anni ma in leggero calo rispetto al 2015, oltre che con dati analitici delle uve molto buoni per i tenori acidici e di pH. Il caldo secco di fine agosto e della prima metà di questo mese ha causato un’impennata degli zuccheri. Nelle cantine della denominazione si attendono circa 52 mila quintali di uva per una produzione complessiva superiore ai 4 milioni di bottiglie a denominazione di origine controllata. Alla raccolta delle uve per il Chiaretto, seguirà quella per i rossi, ma solo quando le maturazioni raggiungeranno un’alta intensità polifenica.

  • Vini, l’eccellenza del Garda firmata Cà Maiol

    Fra le aziende presenti nella carta de vini del Grand Hotel Gardone con il maggior numero di etichette, spicca senza dubbio Cà Maiol di Desenzano del Garda, una delle cantine più importanti del Lago di Garda con una produzione da 1,8 milioni di bottiglie concentrate in modo particolare sul Lugana ma che si estende anche alla Doc Valtènesi. L’azienda ha radici molto antiche: la Cascina Maiol venne infatti eretta nel 1710 da Sebastiano Maioli, uomo di legge di Desenzano, e negli scavi effettuati sui terreni sono state ritrovate radici di vite. Il Lugana è ovviamente la referenza principale declinata in tre etichette, due delle quali presenti nella carta del Grand Hotel: il Lugana Molin, che lo scorso anno ha conquistato i Tre Bicchieri del Gambero Rosso con la vendemmia 2014, ed il prestigioso Riserva Fabio Contato che prende ovviamente il nome dal proprietario. Di alto profilo anche gli spumanti: il Sebastian Brut è per altro il vino scelto come aperitivo di benvenuto al ristorante Giardino dei Limoni. Ma da provare, per gli appassionati di rosé, è anche l’elegantissimo Valtènesi Chiaretto Roseri, vino dal profilo setoso e suadente che nell’annata 2015 ha saputo conservare un mirabile equilibrio tra acidità, freschezza e morbidezza. Ca’ Maiol firma anche alcuni vini rossi importanti: al Grand Hotel potete degustare il Giomè ed il più corposo Negresco, un prodotto più evoluto capace di appassionare con una struttura ben arrotondata dall’affinamento.

WEB CAM

Guarda il lago in tempo reale!

Web Cam Gadone Riviera Lago di Garda

COME RAGGIUNGERCI

come raggiungerci divisore

aereo

auto

INFO PRENOTAZIONI

+39 (0) 365 20261

info@grandhotelgardone.it

CONTATTACI

wifiin tutta la struttura

GHG NEWSLETTER

Iscriviti per essere sempre informato sulle novità del Grand Hotel a Gardone Riviera!

Email non valida
Invalid Input