Articoli

  • Autunno, sul Garda si raccolgono le olive

    Ha preso il via nei giorni scorsi sulle sponde del lago di Garda la raccolta delle olive: una campagna caratterizzata quest’anno da un clima decisamente poco autunnale, con giornate di sole e temperature di stampo primaverile. Si tratta di una tradizione molto importante per l’agricoltura gardesana: una sorta di rito di passaggio in cui sia le grandi aziende che le moltissime famiglie proprietarie di piccoli uliveti si mobilitano al momento della maturazione per portare il proprio raccolto ai frantoi del territorio e preparare così la scorta annuale di olio di oliva. L’extravergine del Garda è un prodotto di elevatissimo profilo qualitativo, la cui eccellenza viene ormai ogni anno riconosciuta da premi e riconoscimenti anche di livello internazionale. La sponda bresciana del lago, in particolare, rappresenta una percentuale pari al 76% dell’intera produzione lombarda di olio: Puegnago del Garda è il comune più “olivetato” della Lombardia con oltre 100 ettari a dimora. 

  • Chiaretto, il vino di una notte... e degli innamorati

    Fra pochi giorni si celebra in tutto il mondo il giorno di San Valentino: e sul lago di Garda la tradizionale festa degli innamorati coincide anche con l’arrivo sul mercato del Valtènesi Chiaretto, il rosé della riviera bresciana del lago di Garda. Si tratta di un vino unico al mondo in quanto prodotto con il vitigno autoctono Groppello: un’uva ormai rara, di cui rimangono solo 400 ettari coltivati per l’appunto in questa zona del Benaco.

    In onore a San Valentino, la nascita del Chiaretto è per altro legata ad una lontana storiad’amore: quella tra la nobildonna gardesana Amalia Brunati ed il Senatore veneziano Pompeo Molmenti, che si sposarono nel 1885, Fu nei possedimenti dei  Brunati a Moniga del Garda che il senatore, grande appassionato di vini francesi, mise ufficialmente a punto il metodo produttivo del Chiaretto, la cui produzione però era diffusa da tempi ancor più antichi e per l’esattezza dal ‘500.

    Il segreto del Valtènesi Chiaretto sta tutto nelle poche ore di contatto tra il mosto e le bucce delle uve rosse vendemmiate a settembre: nel corso del rito della svinatura notturna, i cantinieri devono sintetizzare in pochi cruciali istanti tutta la loro esperienza, catturando la freschezza ed il temperamento del territorio. Il risultato è un rosè sapido, fragrante e fresco di note fruttate in gioventù, ma capace di acquisire armonia, eleganza ed equilibrata complessità in pochi anni di affinamento. Un vino di grandi tradizioni, ma anche in perfetta sintonia con il gusto del consumatore moderno, in particolare per la grande versatilità negli abbinamenti a tavola, che vanno dagli antipasti ai primi (con particolare riferimento ai risotti) per arrivare al pesce di lago ed ai piatti a base di carne bianca. Insomma, un vero e proprio vino da tutto pasto, che anche nella prossima stagione potrete degustare in tutta la sua freschezza nei nostri ristoranti: anche quest’anno infatti il Chiaretto sarà presente in carta con alcune delle cantine più prestigiose del territorio. 

  • Comincioli, il Gambero Rosso premia l'eccellenza dell'olio del Garda

    Il grande olio extravergine di oliva del lago di Garda continua a fare proseliti in tutto il mondo: ed uno dei suoi ambasciatori più conosciuti è senz’altro Gianfranco Comincioli di Puegnago, un produttore di vino e di olio che da molti anni ormai si sta distinguendo per la qualità elevatissima dei suoi prodotti, riconosciuta anche dalla critica di settore. L’ultima conferma in questo senso è arrivato dalla prestigiosa guida “Oli d’Italia” del Gambero Rosso, che ha attribuito il massimo riconoscimento delle Tre Foglie a ben due prodotti dell’azienda di Puegnago: il Monocultivar Casaliva ed il Monocultivar Leccino Denocciolato. Comincioli è uno dei pionieri dell’olivicoltura di eccellenza sul Garda: è stato uno dei primi a valorizzare il profilo delle differenti varietà di olive con la frangitura separata delle differenti cultivar. Da tempo inoltre ha optato per la spremitura delle olive senza il nocciolo, procedimento complesso che consente ai suoi oli di acquisire un profilo di grande delicatezza oltre che ad una straordinaria ricchezza in termini di profumi e gusto. Insomma, l’extravergine targato Comincioli, che potete provare anche nel nostro ristorante à la carte Giardino dei Limoni, è davvero l’oro del Garda.

  • Il fascino del Garda.... osservato dal lago

    Con una superficie di 370 chilometri quadrati, il Garda è il più grande lago d’Italia e rappresenta il 40% delle riserve di acqua dolce dell’intero Paese: un patrimonio ambientale davvero straordinario, che ha saputo conquistare fin dai tempi più antichi scrittori, poeti ed artisti con il suo fascino irresistibile e fuori dal tempo, e che ancor oggi è meta di viaggiatori che arrivano da ogni parte del mondo. Secondo i dati più recenti, il bacino gardesano rappresenta da solo il 6% dell’intero comparto turistico italiano: oltre 22 milioni i turisti che ogni anno accorrono per visitarlo, per conoscerlo, per bagnarsi nelle sue acque. Perché fra le altre cose il Garda è anche uno dei laghi europei più puliti ed incontaminati: la prova sta nella Bandiera Blu, importante e prestigioso riconoscimento confermato anche quest’anno a Gardone Riviera per la pulizia delle acque e la qualità dei suoi servizi. E proprio Gardone, la città giardino dominata dal Grand Hotel, primo grande albergo costruito sul Garda nel 1884, rappresenta la base ideale ed un ottimo punto di partenza per approfondire la conoscenza del Garda: la piazzetta Wimmer, adiacente al Grand Hotel ed affacciata sul magnifico lungolago del paese, è una delle fermate del servizio di navigazione a battello che ogni giorno consente di muoversi sul Benaco sottraendosi al traffico delle strade, oltre che di ammirare il lago da una prospettiva completamente diversa. Non manca inoltre la possibilità di organizzare gite personalizzate in motoscafo con guida e conducente privati: un servizio prenotabile alla reception del Grand Hotel, dove gli addetti saranno felici di darvi qualche prezioso consiglio per costruire il vostro itinerario alla scoperta dello charme inesauribile del Garda.

  • L’eccellenza dei vini del Garda nella carta del Grand Hotel Gardone

    I vini del Lago di Garda sono ormai riconosciuti a come un modello di assoluta eccellenza: un’ulteriore testimonianza in questo senso è arrivata dalla settima edizione di “Viniplus”, la guida ai migliori vini della Lombardia pubblicata come ogni anno dalla delegazione regionale dell’Associazione Italiana Sommelier. Il volume ha recensito in totale 233 cantine: i campioni degustati sono stati più di 900. A 124 etichette è andato il massimo riconoscimento delle Quattro Rose Camune: fra queste ben 50 si sono spinte oltre aggiudicandosi il premio speciale della Rosa D’Oro. Anche il Garda è salito su questo podio speciale, conquistando diversi riconoscimenti. Fra i premiati, anche due vini che da tempo sono presenti nella carta dei vini del Grand Hotel Gardone: si tratta del Valtènesi Rosamara 2016 di Costaripa (Moniga), senza dubbio uno dei migliori rosé del territorio che non a caso ha ottenuto l’oro, e il Lugana Molin 2016 di Cà Maiol (Desenzano), premiato con le Quattro Rose Camune. Premi importanti, che offrono conferma anche degli sforzi computi dal Grand Hotel per dare sempre il massimo alla sua clientela.

     

     

     

     

     

     


  • La TV inglese BBC sul Garda sulle tracce di Bennie

     

    Anche il biologo e pescatore inglese Jeremy Wade, conosciuto a livello mondiale per il suo programma televisivo ‘River Monster’, darà la caccia a ‘Bennie’, il mostro del Lago di Garda, diventato ormai una vera celebrità internazionale.

    Le telecamere della TV inglese BBC arriveranno sul Lago di Garda tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre per la realizzazione della puntata, totalmente dedicata al mostro subacqueo, che verrà messa in onda nel 2019.

    Non è la prima volta che ‘Bennie’ è oggetto di documentari o programmi televisivi, difatti nel 2013 gli venne dedicata un’ intera puntata dalla trasmissione ‘Mistero’, programma molto noto in Italia.

     

  • Lugana, un 2016 di grandi successi per il vino bianco del territorio

    Il successo del Lugana non conosce confini: il 2016 è stato un anno trionfale per l’ormai famosissimo vino bianco del lago di Garda, esportato ormai in tutto il mondo con una percentuale del 70% circa. Un prodotto di grandi tradizioni, se si tiene in conto che il 2017 sarà caratterizzato dai festeggiamenti per il primo mezzo secolo della denominazione di origine controllata: la Doc Lugana entrò infatti in vigore nel 1967, e fu la prima ad essere approvata in Lombardia. L’occasione giusta per brindare al successo di un vero e proprio fiore all’occhiello dell’enogastronomia gardesana, presente ormai sulle tavole di tutto il mondo: dalla Germania, il primo mercato, agli Usa, dove nell’autunno del 2016 il Consorzio di Tutela ha organizzato un ambizioso tour promozionale in dieci tappe.

    Finezza, personalità, stretto legame con l’identità territoriale garantita dal vitigno autoctono Turbiana, estrema versatilità negli abbinamenti, con un arco di proposte che va dalle bollicine alla vendemmia tardiva passando per le tipologie classiche: queste le caratteristiche primarie che hanno consentito al Lugana di diventare nel 2016 un fenomeno da 14 milioni di bottiglie (in crescita del 10% sull’anno precedente) e da 150 milioni di fatturato (contro i 135 dell’anno precedente). Anche il vigneto è aumentato fino a 1675 ettari: ma è importante ricordare, come ricorda il presidente del Consorzio Luca Formentini, che questa crescita è avvenuta senza che i confini originari della Doc siano mai stati modificati. Una garanzia per la tipicità e la tradizione di un prodotto che anche nel 2017 si candida ad essere grande protagonista sulle tavole del Garda e del mondo.

  • Rocca di Manerba, una meta da non perdere per l'estate 2017

    Rocca di Manerba

    E’ una delle più affascinanti attrazioni naturali del lago di Garda: un grande parco di 900 mila metri quadrati di straordinario pregio storico ed ambientale. La Rocca di Manerba del Garda rappresenta senza dubbio una delle mete da segnarsi in agenda per le vacanze 2017 sul lago di Garda: un’area che si raggiunge in auto dal centro storico del comune di Manerba, partendo dalla piccola frazione di Montinelle e lasciando l’automobile nell’apposito parcheggio situato di fronte al centro visitatori.

  • Venti del Garda, affascinanti entità da conoscere e rispettare

    Rocca di Manerba

    Chi ama il Garda, conosce bene anche i suoi venti: presenze sicuramente misteriose ma determinanti per il clima straordinario del più grande lago italiano, che le popolazioni locali hanno da sempre cercato di identificare attribuendo loro dei nomi precisi. Ecco quindi il Balì, il Peler, il Sùer, l’Ora: entità sfuggenti ma sicuramente affascinanti che da tempi remoti caratterizzano la quotidianità delle genti del Garda. Un microcosmo sicuramente affascinante, che ora ha anche un suo libro ufficiale: lo ha scritto Tullio Ferro, firma storica del giornalismo gardesano che, alla bella età di 87 anni, ha affrontato una delle sfide più ardue della sua lunga carriera di scrittore, realizzando un vero e proprio piccolo “atlante dei venti”.

  • Vittoriale, visite notturne ad agosto e settembre

    Una serie di aperture speciali notturne per ammirare il Vittoriale di Gardone Riviera da una nuova, affascinante prospettiva: è la nuova iniziativa lanciata in occasione della recente inaugurazione della nuova illuminazione esterna della casa museo di Gabriele D’Annunzio. Una vera e propria opera di illuminotecnica artistica, capace di dare a questo luogo magico una suggestiva atmosfera nella quela ora sarà possibile immergersi grazie ad una serie di speciali aperture notturne previste per le serate del 5,12, 19 e 26 agosto oltre che del 2, 9 e 16 settembre. In queste occasioni i visitatori saranno guidati attraverso il parco dal riflesso delle luci soffuse in un percorso che toccherà tutti i luoghi simbolo, dalla Prioria al Museo D’Annunzio Eroe proseguire fino alla Nave Puglia. Le visite sono prenotabili solo online sul sito www.vittoriale.it.

     

     


WEB CAM

Guarda il lago in tempo reale!

Web Cam Gadone Riviera Lago di Garda

COME RAGGIUNGERCI

come raggiungerci divisore

aereo

auto

INFO PRENOTAZIONI

+39 (0) 365 20261

info@grandhotelgardone.it

CONTATTACI

wifiin tutta la struttura

GHG NEWSLETTER

Iscriviti per essere sempre informato sulle novità del Grand Hotel a Gardone Riviera!

Email non valida
Invalid Input

Confronta le nostre tariffe con quelle delle agenzie

Viaggiatore informato, viaggiatore soddisfatto!

Il prezzo si riferisce a: soggiorno in data odierna / 2 adulti / camera e colazione.

Vuoi confrontare un altro periodo?

SITO UFFICIALE

Grand Hotel Gardone

IN OMAGGIO
Miglior prezzo garantito online
Cancellazione gratuita fino a 2 giorni prima dell'arrivo

Booking.com
Expedia
Hotels.com