Articoli

  • A Gardone torna la Notte Fondente 2016

    E’ fissato per la sera del 26 agosto 2016 l’appuntamento con la settima edizione della “Notte Fondente”, ormai tradizionale evento che ogni anno a fine agosto trasforma Gardone in un itinerario enogastronomico all’insegna della dolcezza. Grande protagonista come sempre il cioccolato, che sarà l’ingrediente clou delle preparazioni gastronomiche create da 24 chef del territorio e proposte lungo quattro itinerari, ognuno caratterizzato da un colore diverso, che si snoderanno nel centro storico della “città giardino” a partire dalla piazza del Vittoriale. I piatti saranno abbinati ai vini delle principali cantine gardesane ed i posti disponibili sono solo 600. La manifestazione si terrà dalle 19.30 a mezzanotte ed il coupon di partecipazione costa 35 euro: comprende 2 antipasti, 2 primi, 2 secondi, acqua, 3 dessert, 7 vini, 1 caffè. I biglietti possono essere acquistati anche online con carta di credito o Pau Pal sul sito www.soffiata.it con aggiunta di 2 euro di prevendita.

  • Al Grand Hotel un piatto tra il Garda ed il Mediterraneo

    Una rilettura in chiave gardesana di un classico  della cucina veneta: i Bigoli al Torchio con Sarde di Lago e Pinoli Tostati sono senza dubbio una delle proposte che in questa stagione ha ottenuto maggior successo ai tavoli del Giardino dei Limoni, il ristorante à la carte del nostro Grand Hotel Gardone. La ricetta rientra a pieno titolo nel novero della grande gastronomia popolare italiana, in quel mosaico di preparazioni legate alla cucina “povera” ma ricca di spirito, sapore, inventiva e genuinità che ha generato alcuni dei piatti per i quali l’Italia è ancor oggi famosa in tutto il mondo. Ma lo chef del Grand Hotel ha voluto andare oltre il format più ortodosso della preparazione originaria, reinterpretando la ricetta in una chiave al tempo stesso legata al territorio gardesano ma anche ricca di sapori tipicamente mediterranei. L’aggiunta dei pomodorini nasce ad esempio dalla volontà di controbilanciare il sapore forte della sarda, mentre il pinolo aggiunge una piacevole croccantezza ad un piatto cui l’ultimo tocco con l’olio aromatizzato al basilico aggiunge grande freschezza. L’abbinamento consigliato è senza dubbio con un Lugana giovane, o meglio ancora con un Chiaretto della Valtènesi le cui caratteristiche di acidità ben si sposano con il profilo di sapidità del piatto.

     

  • Arriva Italia in Rosa. Il festival dei rosè a Moniga del Garda

    L’evento di maggior richiamo di questo weekend sul lago di Garda è senza dubbio Italia in Rosa, il festival dei rosé in programma da venerdì 10 a domenica 12 giugno a Moniga del Garda. Arrivata al traguardo della nona edizione, la rassegna torna in scena con numeri da record: saranno infatti ben 130 le cantine ospitate quest’anno nella cornice trecentesca del Castello di Moniga, 

  • Astice della Tavolara, un re nel menù del Grand Hotel

    Il meglio del mare sulle rive del lago: potrebbe essere questa la filosofia dell’”Astice Blu della Tavolara con Misticanza e Melone Dolce al Frullato di Basilico”, uno dei piatti che ha ottenuto maggior successo nella stagione 2016 al nostro ristorante à la carte Giardino dei Limoni. Come abbiamo più volte raccontato, la cucina del Grand Hotel Gardone ha rinnovato quest’estate il suo impegno nella promozione delle tradizioni del territorio, ampliando tuttavia la proposta anche al meglio dei sapori mediterranei, con l’obbiettivo di suggellare il soggiorno gardesano dei nostri ospiti con un’esperienza gastronomica a 360 gradi. In questa filosofia si inquadra anche la creazione di questo piatto, che parte ovviamente da una materia prima di assoluta eccellenza come l’astice blu pescato nelle acque incontaminate della Tavolara: lo chef ha puntato a valorizzare questo straordinario prodotto dell’isola a nord ovest della Sardegna abbinando coraggiosamente due sapori dolci, quello per l’appunto dell’astice e quello del melone, per ottenere un risultato di grande freschezza, particolarmente adatto al clima estivo.

  • Comincioli, nella carta del Grand Hotel Gardone tre vini premiati ai Decanter World Wine Awards

    I vini del lago di Garda continuano a raccogliere riconoscimenti sempre più prestigiosi in tutto il mondo: l’ultimo esempio in questo senso arriva da Puegnago del Garda, dove l’azienda agricola Comincioli si è distinta con ben quattro riconoscimenti all’ultima edizione dei Decanter World Wine Awards, una delle più grandi ed importanti competizioni enologiche internazionali lanciata nel 2004 da Decanter, 

  • Dal 27 al 30 maggio appuntamento a Polpenazze con la Fiera del Vino

    Questa settimana sulla riviera del Garda l’appuntamento clou è senz’altro quello con la Fiera del Vino Valtènesi-Garda Classico Doc di Polpenazze del Garda, manifestazione storica che quest’anno celebra la sua 67esima edizione. Si tratta di una manifestazione popolare, sicuramente unica nel suo genere, dove è ancora possibile rivivere le atmosfere e le tradizioni tipiche della riviera bresciana del lago di Garda.

  • Frutto del Garda in vetrina al Grand Hotel

    Il Grand Hotel Gardone offre spazio alle produzioni tipiche del territorio: succede nelle sale del nostro ristorante à la carte Giardino dei Limoni, dove è stata allestita una vetrina dei prodotti firmati da Frutto del Garda, piccola azienda di grande eccellenza che si occupa della coltivazione biologica degli agrumi e della loro trasformazione in confetture, liquori ed altre golosità. Situata non a caso a Limone, Frutto del Garda è una specie di splendido giardino  dove crescono 49 specie diverse di agrumi, tra cui cedri, limoni, arance, bergamotti, chinotti, lime, pompelmi: da qui arriva una gamma di referenze molto interessanti, tutte rigorosamente artigianali e biologiche come ad esempio la confetture, nelle quali gli agrumi vengono ammorbiditi dalla presenza della mela o della pera, o liquori tipici come Limoncello e Doppio Cedro o lo Spirito di Arancio Amaro, o un meraviglioso sciroppo di sambuco, da provare assolutamente con i frutti rossi in genere. Tutte tipicità che ci ricordano come il Lago di Garda sia il luogo più a nord del mondo dove crescono colture tipicamente mediterranee come per l’appunto limoni ed aranci, o come capperi ed olivi.

  • Groppello & Casaliva protagonisti alla Fiera di Puegnago

    Taglia il nastro della quarantesima edizione la Fiera di Puegnago, storica manifestazione enogastronomica del lago di Garda: l’appuntamento è in programma a partire dal sabato 27 con l’inaugurazione ufficiale (prevista per le 17), mentre la chiusura è fissata per la sera di lunedì 29 agosto con il tradizionale spettacolo pirotecnico (alle 22.30). Grandi protagonisti della tre giorni i vini rossi della Valtènesi a base Groppello, il vitigno autoctono della zona, che verranno proposti in degustazione dalle cantine partecipanti nella cornice di villa Galnica, ma anche gli oli extravergini d’oliva del territorio, con particolare predilezione per i monocultivar Casaliva, varietà olivicola predomnante del lago di Garda. In programma anche mini corsi di degustazione di vino e olio sempre in villa Galinica, serate musicali in piazza, assaggi gastronomici e convegni. Info: www.puegnagofiera.com.

  • Il miglior rosé? E’ un Chiaretto del Garda

    Il miglior rosé? E’ un Chiaretto del Garda

    Un Chiaretto del Lago di Garda sul trono dei migliori rosè del mondo: è successo all’ultima edizione di Vinitaly, il salone internazionale dei vini e dei distillati di Verona giunto quest’anno alla sua 50esima edizione. Il concorso enologico della manifestazione, al quale hanno partecipato 2700 vini provenienti da 27 nazioni, ha visto trionfare,

  • Il piatto della settimana? Le Capesante del Giardino dei Limoni

    Tanti sapori tipici del territorio, ma anche tante ricette che riprendono il meglio della tradizione mediterranea, lasciando che al pesce del nostro lago si affianchi anche quello dei nostri mari: questa la filosofia perseguita dal Giardino dei Limoni, il ristorante à la carte del Grand Hotel Gardone, che ha conquistato grandi favori durante la stagione 2016 grazie ad un menù ampiamente rinnovato e ricco di ricette particolarmente riuscite. Uno dei piatti di maggior successo degli ultimi mesi sono senza dubbio le Noci di Capesante Gratinate su Insalatina Novella e Petali d’Arance con Crema di Porri e Topinambur: un’idea sicuramente riuscita, che punta ad esaltare la delicatezza di una materia prima di assoluta eccellenza con questa crema sicuramente particolare, capace di creare un piacevole contrasto con la dolcezza del mollusco.

  • Maggio sul Garda, appuntamenti tra enogastronomia e cultura

    Sono numerosi gli eventi destinati ad arricchire e a rendere più interessante il soggiorno di chi intende visitare il Garda in questa seconda metà di maggio: in primo piano soprattutto l’enogastronomia con appuntamenti come “Castello in Bianco”, nuova manifestazione dedicata esclusivamente ai vini bianchi locali e non che debutta proprio quest’anno con la sua prima edizione in programma nel Castello di Desenzano del Garda. 

  • Olio, ecco i campioni del Garda

    L’agricola Paolo Vezzola di San Felice del Benaco e l’azienda Madonna delle Vittorie di Arco hanno conquistato la vittoria alla quarta edizione de “L’Oro del Garda”, il concorso organizzato dal Consorzio tutela dell’Olio Garda Dop per premiare le migliori produzioni del lago di Garda. La premiazione si è tenuta lo scorso weekend a Cavaion Veronese nell’ambito della prima edizione di “WardaGarda”, il nuovo festival dell’olio Garda Dop nel suo entroterra.

    L’agricola Vezzola di San Felice, sponda bresciana del Benaco, ha trionfato nella categoria “fruttato leggero” con il suo Garda Bresciano Dop: a ruota i prodotti della Cooperativa La Verità di San Felice del Banco e il Garda Orientale Dop dell’azienda Franzini di Cavaion.

    Madonna delle Vittorie, realtà produttiva della sponda trentina, si è invece aggiudicata il primo posto nella sezione “Fruttato Medio” con il suo Garda Dop, seguita dall’agraria Riva del Garda.

  • Tassoni, i liquori della tradizione gardesana

    E’ un marchio noto in tutto il mondo per un simbolo del Lago di Garda come la famosa Cedrata: ma la Tassoni di Salò ha anche un’antica tradizione nella produzione di liquori, che affonda le radici in una storia cominciata nel 1793. Oggi l’azienda ha deciso di rilanciare la sua linea di “spirits”, rinnovando il look ed accentuando lo squisito stile “vintage” di dieci liquori storici. A primeggiare nella gamma sono i “cordiali” al cedro che già ai primi del ‘900 erano molto in voga sul Garda, come l’Acqua di Tutto Cedro e il Cedral Duplex: referenze che ancor oggi vengono prodotte con le stesse modalità e ricette di un tempo, e che con la loro delicatezza, serviti ben freddi, rappresentano ancora oggi il modo ideale per concludere un pasto in riva al lago. Da provare assolutamente anche l’Anesone Triduo, la Sambuca, e soprattutto la Menta Glaciale, disponibile sia in versione bianca che verde, liquore da servire ghiacciato che consente di concludere una cena con una nota di straordinaria freschezza accentuata da una giusta alcolicità. Inutile sottolineare che anche queste etichette tipiche del lago di Garda si possono degustare al nostro Grand Hotel.

  • Un olio biodinamico da primato al Grand Hotel

    Viene dal Parco dell’Alto Garda il miglior olio di oliva extravergine biodinamico della Lombardia: a firmarlo l’azienda di Giuliana Seminario, che quest’anno ha conquistato una doppia medaglia d’oro alla 21esima edizione del Premio Biol di Andria dedicato per l’appunto alle migliori produzioni bio del territorio nazionale. Il prestigioso riconoscimento è andato sia al Monocultivar Casaliva che al Blend dell’azienda: quest’ultimo è stato poi decretato anche migliore etichetta a livello regionale. Due prodotti di assoluta eccellenza insomma, che si possono anche degustare al Giardino dei Limoni, il ristorante à la carte del Grand Hotel Gardone. L’azienda Seminario è una delle poche realtà olivicole che praticano l’agricoltura biodinamica in territorio gardesano e lombardo: una scelta che nasce da un grande amore per il territorio, e che viene applicata in entrambi gli uliveti di proprietà nei comuni di Gargnano e Toscolano, localizzati rispettivamente nelle frazioni di Fornico e Vigole a 400 metri di altezza per un totale di 2 ettari e circa 500 piante di cui alcune secolari. Da qui vengono i due oli dell’azienda, più volte premiati a livello nazionale.

  • Valtènesi, è tempo di vendemmia!

    Il mese di settembre coincide anche sul lago di Garda  con il tempo della vendemmia, antico rito che non perde il suo fascino: in questi giorni in modo particolare ha preso il via sulle colline della Valtènesi la vendemmia delle uve Doc Groppello, Marzemino, Barbera e Sangiovese destinate alla produzione del Chiaretto. Le previsioni sono positive: l’annata si preannuncia con quantitativi di produzione uva/ettaro nella media degli ultimi 10 anni ma in leggero calo rispetto al 2015, oltre che con dati analitici delle uve molto buoni per i tenori acidici e di pH. Il caldo secco di fine agosto e della prima metà di questo mese ha causato un’impennata degli zuccheri. Nelle cantine della denominazione si attendono circa 52 mila quintali di uva per una produzione complessiva superiore ai 4 milioni di bottiglie a denominazione di origine controllata. Alla raccolta delle uve per il Chiaretto, seguirà quella per i rossi, ma solo quando le maturazioni raggiungeranno un’alta intensità polifenica.

  • Vela e Gastronomia: a Salò la Garda Cooking Cup

    Una competizione unica nel suo genere, che unisce in un unico format vela, cucina del qualità, sport ed eccellenze del lago di Garda: questi gli ingredienti base della Garda Cooking Cup, nuova manifestazione che dal 24 al 25 settembre taglierà il nastro della prima edizione nelle acque del golfo di Salò. La gara vedrà sfidarsi quaranta imbarcazioni dotate di cucina e forno, a bordo delle quali quaranta chef si cimenteranno nella preparazione di un piatto ed un dessert da sottoporre alla valutazione di una giuria gastronomico, che sarà presieduta dal grande chef Davide Oldani ed ospitata su una barca ormeggiata nei pressi di piazza della Vittoria. La classifica generale sarà determinata dalla combinazione del risultato della regata con la valutazione dei piatti. Durante i due giorni verrà allestito in piazza Vittoria il Villaggio Cooking, dedicato alla promozione del territorio e dei suoi prodotti e destinato ad ospitare numerosi eventi culturali nel corso della due giorni.

  • Vini, l’eccellenza del Garda firmata Cà Maiol

    Fra le aziende presenti nella carta de vini del Grand Hotel Gardone con il maggior numero di etichette, spicca senza dubbio Cà Maiol di Desenzano del Garda, una delle cantine più importanti del Lago di Garda con una produzione da 1,8 milioni di bottiglie concentrate in modo particolare sul Lugana ma che si estende anche alla Doc Valtènesi. L’azienda ha radici molto antiche: la Cascina Maiol venne infatti eretta nel 1710 da Sebastiano Maioli, uomo di legge di Desenzano, e negli scavi effettuati sui terreni sono state ritrovate radici di vite. Il Lugana è ovviamente la referenza principale declinata in tre etichette, due delle quali presenti nella carta del Grand Hotel: il Lugana Molin, che lo scorso anno ha conquistato i Tre Bicchieri del Gambero Rosso con la vendemmia 2014, ed il prestigioso Riserva Fabio Contato che prende ovviamente il nome dal proprietario. Di alto profilo anche gli spumanti: il Sebastian Brut è per altro il vino scelto come aperitivo di benvenuto al ristorante Giardino dei Limoni. Ma da provare, per gli appassionati di rosé, è anche l’elegantissimo Valtènesi Chiaretto Roseri, vino dal profilo setoso e suadente che nell’annata 2015 ha saputo conservare un mirabile equilibrio tra acidità, freschezza e morbidezza. Ca’ Maiol firma anche alcuni vini rossi importanti: al Grand Hotel potete degustare il Giomè ed il più corposo Negresco, un prodotto più evoluto capace di appassionare con una struttura ben arrotondata dall’affinamento.

  • Zafferano di Pozzolengo, l’oro del Garda nei ravioli del Grand Hotel

    Non manca davvero nulla, nel paniere dei prodotti tipici del Garda: vino e olio extravergine di oliva, pesce e tartufi, miele e formaggi, salumi ed agrumi, capperi e birra. Ma non tutti sanno che il lago è ormai da anni anche un rinomato produttore di zafferano, coltura che si è sviluppata in modo particolare nel comune di Pozzolengo, affascinante borgo rurale dominato dai vigneti del Lugana non lontano da Desenzano. Da qui arriva uno zafferano purissimo, di alta qualità, che potete degustare anche al nostro Grand Hotel in uno dei piatti più amati del ristorante à la carte Giardino dei Limoni; i Ravioli al Lavarello con carciofi e salsa allo zafferano. Si tratta di una ricetta al tempo stesso gustosa ma di estrema delicatezza, con sapori accuratamente bilanciati per creare un’armonia senza sovrapposizioni: i ravioli sono realizzati con una sottile sfoglia all’uovo nei quali viene inserita una farcia a base di carni di lavarello, uno dei pesci più delicati e pregiati del lago. La salsa di Zafferano di Pozzolengo è il tocco raffinato che arricchisce e rende dorato il piatto, finito con un letto di carciofi per equilibrare il mix di sapori. D’obbligo l’abbinamento con il vino del territorio: un buon bicchiere di Lugana Riserva, o anche un Chiaretto.

WEB CAM

Guarda il lago in tempo reale!

Web Cam Gadone Riviera Lago di Garda

COME RAGGIUNGERCI

come raggiungerci divisore

aereo

auto

INFO PRENOTAZIONI

+39 (0) 365 20261

info@grandhotelgardone.it

CONTATTACI

wifiin tutta la struttura

GHG NEWSLETTER

Iscriviti per essere sempre informato sulle novità del Grand Hotel a Gardone Riviera!

Email non valida
Invalid Input